flat nuke

Personaggi scomparsi / FRANCESCO ORIOLI

ORIOLI FRANCESCO



Nel periodico di costume cultura e societr, a lui dedicato. appunto “L’Orioli” in un articolo di Massimo Biondi dal titolo “Un intellettuale dimenticato” da cui traggo le notizie. Nato nel 1783 a Vallerano dopo una prima laurea in Giurisprudenza a Roma dove seguiva soprattutto le lezioni nelle materie scientifiche, il suo spirito eclettico lo port? ad insegnare nei licei chimica e fisica all’universitr di Perugia dove conseguirr la laurea in Medicina. Qui c bene ricordare che suo padre era medico e che il suo girovagare per l’Italia fosse dovuto proprio alla professione paterna, inseguito venne nominato professore di fisica a Bologna. 

Fu amico di Giacomo Leopardi frequentando il mondo dei maggiori intellettuali del suo tempo. Nel 1831 venne catturato essendo tra i promotori di un’insurrezione contro lo Stato della Chiesa e dopo una breve prigionia venne costretto all’esilio. Parigi fu tra le sue dimore dove conobbe Cristina di Belgioioso,poi il Belgio e infine a Corfu dove, nel periodo 1844-45, scrisse una rivista multidisciplinare che riguardava temi filologici archeologici storia e geologia del viterbese e della civiltr etrusca. Nel 1847 grazie ad un’amnistia torn? a Roma ed ebbe all’universitr La Sapienza l’incarico per l’insegnamento di Storia e Archeologia.

Fondo “ La Bilancia” una testata politica di un certo pregio e partecip? all’Accademia Tiberina di poesia in cui conobbe il Belli

In lui mai venne meno l’interesse per la sua terra natale che ricordava pubblicando studi sui resti storici a carattere archeologico, su monumenti ed insediamenti etruschi, umanistico, poesie, commenti letterari. Uno studio di cosmologia fu tra le ultime sue opere pubblicate insieme a un mensile di medicina pratica.

Morirr nel 1856, anno in cui nacque Freud proprio lui che lo si pu? considerare l’anticipatore, per certi versi, avendo dato una grande importanza al mondo onirico, teneva infatti nota dei suoi sogni raccolti per almeno quindici anni e delle sue visioni notturne e delle applicazioni mediche dell’ipnosi. Ancora il Biondi “... un destino immeritato data la mole ingente dei lavori originali....il fatto che sia a tutt’oggi sconosciuto ai piu”.    


Ringraziamo Massimo Fornicoli per la collaborazione.


print

 
Cerca
Ricerca parole o frasi all’interno del sito.
 
Login





 
Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti
 
Statistiche
Visite: 8022